Fibre nella dieta: quante ne servono e dove trovarle

fibre dieta
fibre dieta

Negli ultimi anni si è sempre di più sottolineato il ruolo delle fibre nella dieta, per le loro caratteristiche e gli effetti benefici che possono avere sul corpo. Le fibre, infatti, costituendo un po’ la parte “grezza” dei vegetali sono in grado di regolare la digestione e anche di dare una mano all’organismo in modo più generale.

È stato provato come l’assunzione regolare di fibre consenta di normalizzare la quantità di zuccheri presenti nel sangue, limitando i picchi glicemici, aumentando la sazietà e riducendo, quindi, il senso di fame. Le fibre si trovano soprattutto nella frutta, nella verdura e nei cereali integrali e al giorno sarebbe bene assumerne almeno 25 grammi, anche se è stato stimato come nella maggior parte delle diete occidentali ci si fermi appena alla metà. Per arrivare a questo traguardo bisognerebbe consumare sino a 700 grammi di frutta e verdura al giorno, che non sono tantissimi ma neppure pochi. Ecco perché gli alimenti integrali possono dare una mano nell’aumentare l’apporto di fibre nella dieta.

Dove trovare le fibre

Come si è già indicato sono i vegetali, soprattutto quelli crudi, a contenere molte fibre e la loro assunzione diventa facile in tutte le stagioni, semplicemente cercando di aumentare la percentuale di cibi “verdi” durante la giornata. Le mele, ad esempio, contengono molte fibre: una mela con la buccia arriva a 4 grammi di fibre, un ottimo rapporto per un frutto così piccolo e spesso amato sin dalla tenera età. Anche il kiwi, utilizzato soprattutto da chi soffra di stitichezza, aiuta ad aggiungere Fibre nella dieta: infatti, un kiwi medio arriva a contenerne ben 3 grammi! Lo si potrà mangiare a colazione o come spuntino a metà giornata, essendo anche molto pratico!

I piselli sono ricchi di fibre e sono spesso un cibo ben tollerato anche dai bambini: li si potrà aggiungere alla pasta, alle insalate (soprattutto se di stagione) e anche ai secondi piatti per arrivare ad assumere 3 grammi di fibre in una porzione. Infine, anche la frutta secca è particolarmente ricca di fibre: mandorle, noci, nocciole sono fonti non solo di queste amiche della dieta, ma anche di proteine e grassi buoni. Inoltre, aiutano a sentirsi sazi e sono ricche di antiossidanti. Si potrà assumere una manciata di frutta secca come spezza-fame durante la giornata, o si potrà mangiare al mattino, aggiungendo qualche mandorla ai propri cereali per la colazione.