L’importanza della sicurezza nell’installazione dei ponteggi

ponteggi

Si potrebbe pensare ai ponteggi come a semplici mezzi attraverso i  quali poter realizzare un’opera, o una ristrutturazione.

Tuttavia, il ponteggio è un importante mezzo di lavoro per coloro che vengano impiegati proprio nelle attività di rifacimento o di costruzione a livello edile.

Per questi motivi, quindi, si deve sicuramente sottolineare quanto sia importante mantenere la massima sicurezza nell’installazione dei ponteggi e nella verifica della loro solidità.

Sicurezza per i ponteggi, la normativa di riferimento

Così come accade per tutta un’altra serie di disposizioni riferite alla sicurezza sul lavoro, esistono delle normative specifiche anche per la sicurezza riferita ai ponteggi.

In modo particolare, i riferimenti normativi sono quelli del decreto legislativo 81 del 2008, ed in particolare delle indicazioni contenute all’interno del Titolo IV Capo II.

In questa parte del Testo Unico sulla Sicurezza sul lavoro, infatti, si parla in modo specifico di tutti quelli che sono i “lavori in quota”, quelli, cioè, che si realizzano ad altezze più o meno elevate, che partono da quelle superiori a due metri rispetto al piano stabile.

Queste indicazioni normative dovranno essere rispettate per tutti i ponteggi Milano e nelle diverse altre parti del nostro Paese.

A livello specifico, che cosa prevedono le norme del Testo Unico in merito ai ponteggi? Innanzitutto si indica la necessità di utilizzare del materiale di ottima qualità, e di costruire i ponteggi stessi a regola d’arte.

Allo stesso modo, essi dovranno essere mantenuti in una condizione di idoneità anche per le settimane e i mesi successivi rispetto all’installazione, e sarà essenziale, quindi, verificare che il ponteggio sia sempre sicuro ed affidabile per chi vi debba lavorare.

Come deve avvenire il montaggio del ponteggio

Molti potrebbero anche sottovalutare il passaggio relativo al montaggio e allo smontaggio dei ponteggi che siano utilizzati in edilizia.

Si potrebbe pensare, infatti, che tutti siano in grado di realizzare queste operazioni.

In realtà, sarà essenziale, innanzitutto, affidarsi a professionisti che siano capaci di assicurare che il ponteggio sia stato installato a regola d’arte, e ai quali si possa fare riferimento nel caso in cui servano verifiche e forme di manutenzione successive.

L’articolo 123 del Testo Unico prevede, inoltre, come le fasi di montaggio e di smontaggio di queste opere dovranno essere eseguite sotto la sorveglianza di un soggetto preposto ai lavori.

Questo significa, quindi, che sia l’impresa che si occuperà dei ponteggi, sia chi si stia occupando della lavorazione, saranno responsabili in merito alla sicurezza dei lavoratori che dovranno operare sul ponteggio.

Proprio per garantire, infine, la maggiore sicurezza possibile per i ponteggi si prevede, all’articolo 133 del Testo Unico, come sia necessaria la presentazione di un progetto specifico che veda l’indicazione di come verrà realizzato il ponteggio, e di quali saranno le configurazioni strutturali impiegate per esso.

Si prevede il medesimo obbligo, non solo per i ponteggi veri e propri, cioè per quelli che superano l’altezza di 20 metri, ma anche per opere che siano provvisionali, e che vedano comunque l’utilizzo di elementi metallici che potrebbero, anche solo a livello teorico, mettere in pericolo i lavoratori.