Pressione bassa: come contrastarla senza farmaci

Pressione bassa
Pressione bassa

La Pressione Bassa spesso è considerata un vantaggio sia da chi soffra del disturbo da ipertensione sia dagli stessi medici, che raramente si allarmano per un calo di pressione, soprattutto in estate. Tuttavia, l’ipotensione, che riguarda tutti coloro che abbiano valori di pressione massima inferiori a 100 e di minima inferiori o uguali a 60, può provocare disagi e problemi a chi ne soffra: capogiri, senso di spossatezza e difficoltà svolgere anche le attività più semplici. Proprio perché l’ipotensione è meno pericolosa dell’ipertensione sarà difficile vedersi prescrivere dei farmaci che la curino, ma si possono utilizzare alcuni rimedi naturali, che dovranno comunque essere assunti sempre sotto controllo medico.

Pressione Bassa: gli alimenti migliori

Nel caso in cui si soffra sempre di pressione bassa, e questa aumenti d’estate, si potranno assumere alimenti in grado di ridurre i disturbi ad essa correlati. I cereali, soprattutto se integrali, e anche molta frutta e verdura saranno ottimi sistemi per riequilibrare la pressione senza andare a peggiorare la situazione. Il contenuto di vitamine, minerali e anche di ferro, presente soprattutto nei legumi, aiuteranno il corpo a riprendersi. Anche utilizzare integratori a base di potassio e magnesio potrà essere molto utile, in quanto spesso la Pressione Bassa si lega ad un’eccessiva sudorazione.

Pressione Bassa: gli aiuti naturali

Qualora il problema della Pressione Bassa sia proprio invalidante sarà possibile agire utilizzando dei rimedi naturali, che dovranno essere forniti sempre da un erborista qualificato. La liquirizia sarà un ottimo rimedio adatto a contrastare la pressione bassa: questa potrà essere inserita in una tisana o in un preparato secco, oppure si potrà masticare la classica radice di liquirizia, capace da sola di dare una sferzata di energia al corpo. Anche la Tintura Madre di Cardo Mariano sarà un rimedio che potrà essere prescritto per contrastare dolcemente la Pressione Bassa. Questa potrà essere assunta al mattino, nel dosaggio indicato, diluita in acqua e aiuterà il corpo durante tutta la giornata. Anche Ginseng e Guaranà sono piante tonificanti e capaci di ridurre i sintomi legati alla Pressione Bassa. Tuttavia, soprattutto la prima, può provocare tachicardia nelle donne e dovrebbe essere assunta solo se ben tollerata. Infine, qualora si voglia integrare la propria alimentazione fornendo al corpo tutta una serie di sostanze in grado di garantire energia e vitalità si potrà optare per la Spirulina, un’alga che contiene moltissimi sali minerali e che si può trovare in forme diverse: dalla polvere, alle compresse, sino alle barrette arricchite.