Punti neri, le cause e i rimedi per eliminarli e prevenirli

punti neri viso
punti neri viso

La vostra pelle del viso tende a sporcarsi frequentemente? Se la risposta è sì non disperate, perché esistono dei rimedi per poter eliminare le impurità della pelle, che più generalmente vengono chiamati punti neri. Questi si formano a partire dalle raccolte sottocutanee di grasso e cheratina che si trovano in corrispondenza dei follicoli piliferi; in realtà, il punto di partenza del punto nero è bianco perché si apre sotto la spinta del sebo. Quando il comedone, ovvero il punto nero, si apre ed emerge il grasso, subisce il processo di ossidazione lipidica e si scurisce. I punti neri si distinguono anche in base alla dimensione, ovvero esistono i microcomedoni e in questo caso si tratta di punti neri che non sono visibili ad occhio nudo e poi abbiamo i macrocomedoni, ovvero quando i punti neri superano il millimetro di diametro.

Ma da cosa sono provocati? Così come i brufoli, i punti neri sono correlati alle attività ormonale del testosterone che esercita la sua azione sulle ghiandole sebacee, aumentando la secrezione di sebo che favorisce l’ostruzione dei pori e dunque la formazione dei punti neri e dell’acne; è questo essenzialmente il motivo per cui i punti neri sono molto più frequenti durante l’adolescenza ed anche per il fatto che generalmente appaiono in aree più grasse quali il naso, la fronte e il mento. Tra le cause dei punti neri vi è la scorretta esposizione al sole, lo smog e il make up che non fanno altro che peggiorare la situazione.

Cosa fare, dunque, per eliminare i punti neri e prevenirne la comparsa?

Innanzitutto è importante la rimozione del makeup la sera e del sebo in eccesso la mattina appena svegli, poi è anche determinante un’ accurata operazione detergenzaapplicando possibilmente dei cosmetici per purificare i pori in profondità, i quali possono essere acquistati nelle profumerie e perché no, anche nei supermercati. E’ bene anche effettuare delle pulizie del viso accurate con più frequenza, almeno una volta ogni sei mesi e dunque due volte l’anno, e applicare con frequenza una maschera riequilibrante, astringente e purificante studiata ad hoc per eliminare i punti neri, come quelli all’argilla o al carbone vegetale.