Rimedi Naturali per l’Anemia, per tornare a stare bene

Anemia rimedi
Anemia rimedi

L’anemia è un problema abbastanza diffuso, soprattutto tra le donne, e che può essere affrontato con i farmaci ma anche con i Rimedi Naturali per l’Anemia. Questa patologia, in particolare, si contraddistingue per la presenza di livelli bassi di emoglobina nel sangue, sostanza che si occupa di trasportare l’ossigeno verso le cellule.

Ecco perché l’anemia può comportare sintomi come debolezza, pallore e affaticamento e, a lungo andare, può diventare davvero molto fastidiosa per chi ne soffra. Le cause dell’anemia possono essere diverse e possono andare da quelle semplici, come quelle di origine alimentare, sino a quelle più complesse e gravi, come quelle connesse ad altre patologie oppure a perdite di sangue occulto.

Nel caso in cui si sospetti un’anemia sarà sempre necessario rivolgersi al medico, che prescriverà esami e cure per affrontare il problema. Tuttavia, esistono anche Rimedi Naturali per l’Anemia, che possono aiutare il corpo a compensare la carenza di ferro.

Rimedi Naturali per l’Anemia: cibo e vitamine

Tra i Rimedi Naturali per l’Anemia il cibo è certamente uno dei mezzi più potenti da utilizzare: ciò che verrà introdotto nel corpo consentirà a questo di funzionare in modo più o meno ottimale. Per introdurre il ferro nell’organismo non sarà per forza necessario mangiare chili di carne: basterà combinare le fonti di ferro vegetale con quelle di Vitamina C, una componente che consente al corpo di assimilare correttamente il ferro chiamato “non eme”.

Alcune ottime combinazioni saranno costituite dagli spinaci, che contengono contemporaneamente ferro e Vitamina C (oltre ad altre importantissime vitamine), dal crescione, sempre ricco di vitamine e anche di ferro, e in generale da tutte le verdure di colore verde scuro. Anche l’assunzione di legumi, come le lenticchie, sarà ottima, e si potrà accompagnare il piatto da acqua e limone, così da favorire l’assorbimento nel corpo del ferro contenuto in questi alimenti.

Per contrastare, invece, la perdita del ferro assunto bisognerà limitare l’assunzione di tutta un’altra serie di sostanze. Tra queste si annoverano sicuramente la caffeina, contenuta nel caffè ma anche nel cioccolato e nelle bevande energetiche, la teina oltre ai tannini, che sono contenuti anche all’interno di altri tipi di cibi. Infine, nel caso in cui il medico lo ritenga necessario sarà possibile assumere degli integratori di ferro. Oltre a quelli sintetici, esistono ormai tipologie di integratori che vedono la combinazione di diversi estratti vegetali, capaci di rifornire di ferro l’organismo in modo naturale e con ridotti effetti collaterali.